EZEQUIEL PALUDI y GERALDIN ROJAS Tratto dal n°1 - GENNAIO 2011 de: El tanguero - tango magazine
Chiamatelo rivista tango magazine revista de tango giornale di tango giornalino tanguero... ma è sempre EL TANGUERO!!!  Buona lettura e buon tango...
el tanguero rivista di tango - tango magazine abbonamento rivista
balla tango - informazioni su scuole, milonghe, esibizioni, musicalizador
La rivista di tango Italiana!!
el tanguero logo - la rivista di tango Italiana!
a cura dell’associazione TangoJazz
0054 tango tv buenos aires milongas de buenos aires - video
El Tanguero © 2010-2013 - rivista tango - tango magazine - Tutti i diritti sono riservati - info@eltanguero.it Associazione TangoJazz - via Marche 12 - 67100 L’Aquila P.I.01866340662
Con il patrocinio dell’Ambasciata Argentina e dell’ambasciata dell’Uruguay
el tanguero rivista di tango con il patrocinio dell'ambasciata dell'uruguay el tanguero rivista di tango con il patrocinio dell'ambasciata argentina
Media partner
ORA ANCHE A MILANO!
In distribuzione gratuita
rivista el tanguero milano
international l'aquila tango festival - 23-26 maggio 2013
L’EVENTO DELL’ANNO
el tanguero rivista di tango - tango magazine
N°16 ♠ MAR-MAG
tango in progress - scuola di tango a roma moda milonguera - abiti da tango
Energia per la milonga... Todo el mundo a bailar!
Fare del tango un’arte da indossare!
Andrea Dedō TJ - musicalizador - Tango DJ
Helga Corpora & Andrea De Dominicis
Un magnifico festival in Francia 19 - 27 agosto a Tarbes
El Tanguero © 2010-2015 - rivista tango - tango magazine - Tutti i diritti sono riservati - info@eltanguero.it Associazione TangoJazz -  P.I.01866340662
andrea dedō e Monica Di Pietro - Scuola di tango argentino a roma - lezioni private, lezioni di gruppo, milonga, pratica - Scuola Tango Mood
Lezioni private, lezioni di gruppo, pratiche - Tango Mood
In occasione del Buenos Aires tango festival , concluso all’Auditorium Parco della Musica il 19 settembre scorso, abbiamo avuto modo di incontrare due grandi ballerini del panorama internazionale. Dopo esserci concessi una lezione con loro (non potevamo di certo perdercela!) alla fine li bracchiamo… Come e quando vi siete conosciuti ? Ezequiel: Ci conosciamo da tanti anni per lavoro ma lo sguardo ci ha preso a dicembre 2002 al Festival di Amsterdam…dove eravamo con altri partner per insegnare. Come avete conosciuto il tango? Geraldin: Da noi si conosce il tango come per voi la pizzica! Dai noi si vedeva e si respirava ovunque …noi siamo cresciuti con il tango quando il tango era una scelta…. e non come oggi che  ci si iscrive ad un corso di tango al posto di uno di pilates! Purtroppo anche a Buenos Aires è diventato così, forse anche perché con tanto turismo la città è diventata vittima del suo stesso business! Ma in alcune milonghe di Buenos Aires si respira ancora il vero tango… G.: Si certamente, ci sono delle milonghe dove si respira un energia diversa perché che gente che va a ballare perché gli piace, proprio come chi va al cinema perché gli piacciono i film! Anche noi andiamo a ballare fino alle otto del mattino quando siamo a Buenos Aires per puro divertimento! Anche in Italia andate in milonga per divertirvi o ci andate solo per lavoro? E.: No a noi piace andare in milonga anche solo per bere una birra. Non  solo…  noi andiamo in  milonga come clienti e pretendiamo di pagare come tutti gli altri e non come molti che si presentano come professionisti per farsi vedere e non pagare! Pagare l’ingresso in milonga, secondo me, significa contribuire affinché quella serata si ripeta nel tempo….ti fa stare pure meglio! Che ne pensate dei mondiali di Tango? G.: Penso che  se ci sono tutte queste regole non è tango....il tango non può essere una gara a quei livelli, è un livello base, creano degli stereotipi sbagliati! Troppo discriminativo… E.:  Il tango è tutto discriminativo adesso, se balli milonghero o se balli salon piuttosto che tango nuevo, se studi con questo o con quell’altro! Il tango per me non è così,  è un ballo sociale libero al 100 per 100! E’ un abilità, un interpretazione ,una luce che ci accomuna….quando noi ci siamo conosciuti ballavamo in maniera diversa e quello che ci ha uniti è stata proprio quella luce…. Cosa facevi prima di ballare il Tango? E.: Niente ja ja ja ja….ho sempre vissuto di sera…per questo sono finito nel Tango! Quando andiamo a lavorare nei Festival siamo sempre i primi ad arrivare in milonga e gli ultimi ad andare via! È una festa che vogliamo goderci! Alle vostre esibizioni vi vediamo spesso cambiare abbraccio: che cos’è per voi l’abbraccio nel tango? G.: Qualunque cosa ti rispondo può essere fraintesa….l’abbraccio per il ballo è fondamentale in quanto presa, è una cosa tecnica…al di là di questo i ballerini fanno molta apologia su cosa è l’abbraccio …l’abbraccio fa parte di te, è una tua sensazione, pratica e comoda che serve per ballare…il sentimento è dentro dell’abbraccio, non è che l’ abbraccio è il sentimento. Il sentimento che il tango trasmette, in tutte le sue espressioni,  è molto profondo per farlo diventare corporale subito… E.: L’abbraccio non è importante se non sai a cosa ti serve! E’ un mezzo….che serve per ballare…tutto qua! Quando sei dentro il ballo non riesci a gestirlo….perchè non è la colonna vertebrale  del tuo ballo, la colonna vertebrale è ballare! Io perdo la coscienza quando ballo… Prima che voi ballaste insieme avevate altri partner e sicuramente la coppia Javier- Geraldine ha riscosso molti consensi. Avete fatto fatica a imporre la coppia Ezequiel –Geraldine? G.: Per me non è stato difficile , le persone che si aspettavano qualcosa in più da me hanno capito questo cambiamento….se una ballerina è brava e ti piace, ti piacerà sempre, se non è così non è un problema mio! Se la pasta è buona è buona! E tu? (chiede a Ezequiel) E.: Niente..non lo so…jajaja…io ho sempre tentato di portare il tango oltre, anche con le compagne con cui lavoravo prima di Geraldine, la mia è una continua sfida, poi con lei ho trovato anche l’amore…. L’amore aiuta nel tango? E.: Si…anche se quando si lavora siamo colleghi e non marito e moglie (lei lo guarda…)…..no no siamo anche marito e moglie ja ja ja ja, l’amore non fa ballare meglio ma ci fa sicuramente capire meglio! Quando si lavora non facciamo di certo una pantomima della nostra relazione….per me lei è una ballerina professionista. G.:  Ci sono coppie famosissime che non sono sposate eppure quando le vedi ballare trasmettono amore….l’amore per il ballo, innamorati della stessa passione. Avete dei sogni, dei progetti  non realizzati? E.:  Direi di no! I nostri sogni li abbiamo realizzati tutti… G.: Progetti da realizzare si….ma non posso raccontarveli tutti jajajaja….sicuramente un progetto molto chiaro è quello di riuscire a trasmettere attraverso  il nostro modo di ballare il tango in tutti i sensi. Il tango si balla tra persone e non tra allievi e maestri e ci auguriamo che la gente si renda conto che siamo due persone che ballano il tango in grado di trasmettere una cultura che è nostra e che non siamo né sopra né sotto il giudizio di nessuno . E: Noi siamo “battezzati” per il tango….si dice così? Si pensiamo proprio che si possa dire così! Il tempo è volato e Geraldine ed Ezequiel devono andare a prepararsi…questa sera balleranno sulle note dell’Orchestra El Arranque . Li salutiamo promettendogli di essere tra le prime file ad applaudirli… Helga y Andrea
EZEQUIEL PALUDI Y GERALDIN ROJAS EZEQUIEL PALUDI Y GERALDIN ROJAS EZEQUIEL PALUDI Y GERALDIN ROJAS